• Sarah

Non farcela: Chiedi sostegno!

E’ un argomento delicato, intimo e caldo: Quello di chiedere aiuto. Rifletti: Sei capace di chiederlo? O ti fa fatica? La maggior parte delle persone, soprattutto le donne, stentano di chiedere aiuto, perché “ce la dobbiamo fare da sole”! Ma chi lo ha detto? Perché è così radicata la convinzione di dovercela fare a tutti i costi, da sola? Di pensare sempre “Se ce la fanno le altre, ce la devo fare anch’io!”? Perché?


Se sei in gravidanza o nel puerperio, stai facendo già tanto senza fare niente, perché il tuo corpo è occupato giorno e notte a far crescere una creatura, un nuovo essere umano!! Non ti sembra niente? Quindi ridimensioniamo queste nostre aspettative (a noi stesse) e chiediamo aiuto (che è la cosa più lecita che esiste, soprattutto nel periodo perinatale, cioè quella fase che va dalla gravidanza al dopo parto).


Lasciati aiutare, accetta sostegno e supporto, di qualsiasi tipo! Occupati soltanto del tuo bambino/della tua bambina, o se hai già altri figli, occupati solo di loro e fatti aiutare anche in questo. Intanto, la gravidanza è un ottimo momento per imparare a chiedere e accettare aiuto, così dopo il parto sei già un po’ “abituata” a farlo.


Chiedi alla mamma, alla suocera, alla sorella, alla cognata, all’amica: Ma se vuoi una persona a te cara ma non strettamente coinvolta nelle dinamiche familiari e soprattutto una professionista, chiama la doula e fatti spiegare cosa può offrirti. Renditi conto di quali possono essere i tuoi bisogni e condividili con lei. Sarà un sostegno personalizzato il tuo, per quello è difficile spiegare effettivamente la doula “cosa fa”, perché in primo luogo la doula “sta”, sta con te, con la situazione, con il tuo vissuto, con la tua storia, con il tuo passato, presente e futuro. Si fa carico di tutto questo.


L’ideale è di stringere una relazione con la tua doula già sin dalla gravidanza. Così si crea quell’alleanza di cui hai bisogno per poterti fidare di lei e chiedere l’aiuto che ti serve. C’è bisogno per conoscere bene la doula, quindi: Apri mente e cuore, rifletti e decidi!


E’ meglio avere un sostegno due ore alla settimana che niente. Se poi il tuo bisogno è maggiore, nessun problema, con la tua doula decidi di volta in volta cosa ti serve. Importante però riconoscere il tuo bisogno, ascoltarti! Non serve farcela da sola! Non devi essere “superwoman”. La tua famiglia è molto più felice di una mamma e moglie contenta, equilibrata e in pace con se stessa e non sopraffatta, stanca ed esaurita.




4 Ansichten0 Kommentare

Aktuelle Beiträge

Alle ansehen