top of page
  • Sarah

La doula è una professionista a tutti gli effetti

La doula è entrata a far parte dei professionisti della nascita a tutti gli effetti, da quando l’anno scorso è stata riconosciuta dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico). Questo riconoscimento è frutto di un lungo e meticoloso lavoro svolto dalla più grande Associazione di doule in Italia, l’Associazione Mondo Doula (per approfondire: mondo-doula.it). Questa non è soltanto una spalla forte per chi lavora come doula di Mondo Doula, cioè iscritta presso questa Associazione (le socie sono oltre 450 in tutta l’Italia), ma anche per le donne, le coppie e le famiglie che decidono di invitare a bordo una doula per il loro viaggio verso la genitorialità.

Infatti, chi come me, Doula Sarah, è iscritta presso l’Associazione, è tenuta a fare della formazione continua. seminari, incontri e presentazioni, ai quali vengono lasciati dei crediti che testimoniano la formazione svolta. Oltre alle formazioni di gruppo, i corsi e quant’altro menzionato prima, c’è anche la possibilità di avvalersi della supervisione, un’occasione che colgo sempre molto volentieri. Nella seduta di supervisione faccio il punto della situazione, chiedo consiglio, accolgo la visione esterna e traggo sempre tante conclusioni e spunti per il mio lavoro.

Ma non è finita qui: Ogni doula di Mondo Doula deve attenersi al codice etico che è stato stilato proprio dall’Associazione, e come doula sono tenuta a mantenere il segreto professionale, come già prassi da sempre tra il personale medico. Occhio! La doula non è una professionista medico-sanitaria, bensì una professionista socio-culturale della nascita. Quindi devo conoscere i miei limiti professionali rispetto alle altre professioni (ad esempio le ostetriche), non accompagno mai parti non assistiti e metto in atto le mie competenze rispettando i limiti professionali. Sebbene ho conoscenze su ciò che riguarda gravidanza, parto e puerperio, il mio sguardo è uno sguardo generale, non specifico (cioè medico), ma uno sguardo altro.


Attraverso questo sguardo possono suscitare domande, affiorare soluzioni, nascere idee e arrivare conclusioni. E’ sempre molto bello e gratificante quando posso toccare con mano come le storie delle persone accompagnate da me prendono un’altra piega, le situazioni migliorano, le persone si rilassano sapendo di trovarsi in buone mani.


E per ultimo, ma non per importanza: L’essere doula è uno stile di vita, non faccio la doula, ma sono doula. Sono doula da sempre, il mio essere doula è fatto da esperienza vissuta, strade percorse, di vita, di gravidanze, di parti, di puerperi, ma anche di accudimento. Accudimento di neonati, di bambini, di mamme, papà, famiglie. Sono orgogliosa del mio bagaglio che porto con me ad ogni incontro e di potermi prendere cura delle persone in un pezzetto di vita così importante e trasformativo come il divenire madre, padre e genitori.



20 Ansichten0 Kommentare

Aktuelle Beiträge

Alle ansehen

Comments


bottom of page